Team
  Storia
  Store
  Photo Gallery
  Campioni
  Area Download
  Sponsor
  Press Room
  Archivio News
  Contatto
  Kid's Room
NEWS
 
  NEWS
 
 

Amore & Vita al Memorial Pantani.
Quest’anno sembra proprio che la sfortuna faccia da padrone in casa Amore & Vita. Infatti, tra i vari infortuni, incidenti e successi mancati per poco il 2011 è stata senza dubbio una stagione avida di soddisfazioni. Ultima delusione in ordine di tempo quella dei campionati del Mondo di Copenhagen dove il team era rappresentato dal forte ed esperto velocista ucraino Yuriy Metlushenko. “Tutto sembrava procedere perfettamente – spiega Cristian Fanini – con il nostro corridore in ottima condizione e motivato come non  mai che fino al momento della maxi caduta aveva corso in maniera più che esemplare. Poi ci sono state quelle due cadute dove tra gli altri è rimasto tagliato fuori anche il campione uscente Thor Hushovd e le nostre speranze sono morte li. E’ bastato un attimo di disattenzione e tutto è crollato come un castello di carta. Non dico che Metlushenko avrebbe vinto, però sono sicuro che un piazzamento nei primi 10 sarebbe stato decisamente alla sua portata. Occasioni come queste non capitano tutti i giorni, pertanto è naturale essere rammaricati. Adesso ci restano tre corse in programma e faremo di tutto per chiudere in bellezza”.
Metlushenko partirà con i gradi di capitano e potrà contare su validi compagni come Libner, Forbord, Mamos, Morèn, Borisov Grechyn e Bileka. Sull’ammiraglia ci sarà Maurizio Giorgini.

English Version:

Amore & Vita at the Memorial Pantani.
This year seems that bad luck is the protagonist at Amore & Vita.
In fact, among the various accidents, incidents and missed successes the 2011season was undoubtedly eager for satisfaction.
The last disappointment was last Sunday at the World Championships in Copenhagen where the team was represented by strong and experienced Ukrainian racer Yuriy Metlushenko.
'Everything seemed perfect - says Cristian Fanini - with our sprinter in excellent condition and motivated more than ever that until the huge crash had raced prefectly. Then, those two crashes (in which remained also the defending champion Thor Hushovd) and our hopes have died. Cycling is like that, just a moment of inattention, and everything collapse like house of cards. I'm not saying Metlushenko would win, but I'm sure that a placement in the top 10 would definitely be within his reach. Occasions like these don’t come along every day, so it is natural to be regretted. Now there are three more important races and we will do everything to achieve something really special. '
Metlushenko start with the rank of captain. The team will also line up good riders as Libner, Forbord, Mamos, Moren, Borisov Grechyn and Bileka. Maurizio Giorgini will direct the team in this final occasions.

    TORNA ALLA HOME PAGE
 
 
 
 
P.iva 02254630466
 
Torna alla Home Page